File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Model+of+Biological+Quantum+Logic+in+DNA.en.it.pdf


Anteprima del file PDF modelofbiologicalquantumlogicindnaenit.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8

Anteprima testo


Vita 2013, 3

479

essere “filtrato” dall'elica dalla forza di una forza elettromotrice generata da un'interazione dello spin dell'elettrone e da un effetto simile all'induttanza
dell'elica del DNA [7,8]. La forza della forza elettromotrice generata in tale interazione dipende in parte dalla distanza alla quale l'elettrone sarebbe condotto
lungo l'elica del DNA, e quindi un elettrone che ruota nella direzione appropriata verrebbe "filtrato" dall'elica del DNA a qualunque distanza sarebbe
necessario sviluppare una forza elettromotrice sufficiente perché avvenga la filtrazione [3]. Un elettrone che non gira nella direzione appropriata non
verrebbe "filtrato" e continuerebbe lungo il percorso coerente dell'elica del DNA fino a quando tale coerenza non fosse interrotta. La coerenza fornita
dall'impilamento pi delle basi nucleotidiche del DNA dipende dall'orientamento geometrico di tali basi e tale orientamento può essere influenzato da un
cambiamento nell'angolo di legame N-glucosidico causato dallo spostamento enantiomerico tra C2-endo e Conformazioni C3-endo della frazione
desossiribosio del nucleotide. Pertanto, la distanza di coerenza e la filtrazione di spin degli elettroni associata possono determinare, o essere determinati,
dai cambiamenti conformazionali nella porzione desossiribosio che sono controllati attraverso la porta quantistica NASE. Inoltre, la distanza di coerenza e la
filtrazione di spin degli elettroni associata possono determinare in quale porta quantica NASE del nucleotide un elettrone (o il suo stato) verrà depositato (o
letto). e tale orientamento può essere influenzato da un cambiamento nell'angolo di legame N-glucosidico causato dallo spostamento enantiomerico tra le
conformazioni C2-endo e C3-endo della porzione desossiribosio del nucleotide. Pertanto, la distanza di coerenza e la filtrazione di spin degli elettroni
associata possono determinare, o essere determinati, dai cambiamenti conformazionali nella porzione desossiribosio che sono controllati attraverso la porta
quantistica NASE. Inoltre, la distanza di coerenza e la filtrazione di spin degli elettroni associata possono determinare in quale porta quantica NASE del

nucleotide un elettrone (o il suo stato) verrà depositato (o letto). e tale orientamento può essere influenzato da un cambiamento nell'angolo di legame N-glucosidico causato

5. Misurazione e coerenza degli elettroni intrecciati
L'azione di un elettrone che passa attraverso il filtro di spin elicoidale del DNA costituisce essenzialmente una "misura" dello
spin di quell'elettrone, tuttavia, se la distanza percorsa da quell'elettrone non è sufficiente a generare una forza elettromotrice
sufficiente a "filtrare" quell'elettrone, quindi nessuna "misura" è fatta dello spin di quell'elettrone. Se quell'elettrone "non misurato"
è un membro di una coppia entangled, e se anche il secondo membro di quella coppia di elettroni entangled rimane "non
misurato", allora gli stati di spin di entrambi gli elettroni nella coppia entangled rimarrebbero non dichiarati e la coppia di elettroni
entangled manterrebbe la sua coerenza non locale. Se lo (stato del) primo elettrone della coppia entangled, con il suo spin "non
misurato", dovevano essere condotti e depositati in (o letti in) il legame covalente che determina la chiralità della porta quantica
NASE di un nucleotide, allora nessuna determinazione della chiralità sarebbe o potrebbe essere fatta in quel legame perché
nessuno spin era stato ancora determinato per quell'elettrone, e ci sarebbe una flessibilità coerente nella topologia della molecola
di DNA nella posizione di quel nucleotide. Quella flessibilità sarebbe rimasta finché il secondo elettrone della coppia entangled
non fosse stato in qualche modo "misurato" e il suo spin così "dichiarato", il che avrebbe immediatamente portato alla
"dichiarazione" dello spin del primo elettrone che era stato depositato (o letto in ) il legame covalente che determina la chiralità
enantiomerica desossiribosio della porta quantica NASE del nucleotide, il che porterebbe ad una “dichiarazione” chirale nel
legame e conseguente selezione enantiomerica tra le conformazioni C2-endo e C3-endo. La simmetria tra gli enantiomeri
C2-endo e C3-endo esiste all'interno della funzione di un motore Szilard logicamente e termodinamicamente reversibile, che
serve a mantenere la coerenza dell'elettrone "non dichiarato" nel legame covalente che determina la chiralità della porta quantica
NASE del nucleotide , fino a quando tale coerenza non viene interrotta da una misurazione dello spin dell'altro elettrone della
coppia entangled, che costituirebbe una decisione quantistica che provocherebbe una rottura nella simmetria enantiomerica e
"bloccherebbe" la parte desossiribosio in entrambi i C2-endo o enantiomero C3-endo.