File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Documento senza titolo.pdf


Anteprima del file PDF documento-senza-titolo.pdf

Pagina 1 2 3 45631

Anteprima testo


31/10/2020

peraltro riteneva non fosse «possibile procedere, nella fattispecie, ad un nuovo esame, da
parte di una nuova commissione, delle offerte tecniche già presentate dalle concorrenti,
dovendo essere consentita una nuova valutazione di offerte non condizionata dalla
conoscenza delle offerte economiche. Ciò può essere reso possibile attraverso la riapertura dei
termini per la presentazione di nuove offerte sia tecniche che economiche», altresì
statuendo che «per effetto di quanto disposto, la Provincia può procedere alla
rinnovazione della gara a partire dalla fase di presentazione delle offerte. Peraltro, anche
alla luce delle criticità emerse nei motivi sollevati dalle parti nei loro ricorsi, si ritiene che
l’Amministrazione possa anche intervenire, nell’occasione, per perfezionare alcuni profili
contestati delle disposizioni di gara. Sono fatti salvi ovviamente gli ulteriori atti
dell’Amministrazione».
3. La Provincia, ritenendo non più conveniente procedere alla realizzazione
del nuovo Polo Ospedaliero del Trentino mediante finanza di progetto, con
determinazione dirigenziale n. 37 del 16 giugno 2016 disponeva la revoca della
gara. I ricorsi presentati dai partecipanti alla gara avverso il provvedimento di
revoca venivano respinti da questo Tribunale con le sentenze n. 398 del 2016,
n. 400 del 2016, n. 404 del 2016 e n. 53 del 2017, ma il Consiglio di Stato con
le sentenze della Sezione III n. 4467 del 25 settembre 2017 e n. 4555 del 29
settembre 2017 accoglieva gli appelli e annullava la richiamata determinazione
n. 37 del 2016.
4. Per poter adeguatamente ottemperare alla citata sentenza del Consiglio di
Stato n. 5057 del 2014, anche alla luce delle successive pronunce n. 4467 e n.
4555 del 2017, la Provincia, ai sensi dell’art. 112, comma 5, cod. proc. amm.,
chiedeva chiarimenti al Consiglio di Stato che si esprimeva con sentenza della
Sezione III n. 1111 del 22 febbraio 2018, precisando che la gara avrebbe
dovuto riprendere, nella forma di finanza di progetto, dalla fase di
presentazione delle offerte, con la possibilità di adeguare il contenuto degli atti
della lex specialis alle mutate esigenze di politica sanitaria ed economica della
Provincia; che alla gara rinnovata avrebbero potuto partecipare solo i
concorrenti che avevano presentato offerta già nel 2011; che la normativa
4/31