File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Ordinanza n59 prot786398 del 4 dicembre 2020.pdf


Anteprima del file PDF ordinanzan59prot786398del4dicembre2020.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

Anteprima testo


CONSIDERATO che tali misure si sono dimostrate particolarmente efficaci, contribuendo alla
diminuzione del tasso di contagio da Covid-19 sotto la soglia del 3%, come sopra calcolato;
RITENUTO perciò di fondamentale importanza approntare idonei strumenti con cui far fronte
all’eventualità di una recrudescenza localizzata della diffusione del contagio, adottando uno
specifico allegato che sia coerente con quanto disposto dal Dpcm 3 dicembre 2020;
RITENUTO altresì opportuno non sospendere, nei Comuni che eventualmente superino la soglia
di cui sopra, lo svolgimento in presenza del secondo e terzo anno di frequenza della scuola
secondaria di primo grado, fermo restando quant’altro previsto dalla medesima lettera;
RITENUTO ragionevole e proporzionato dal punto di vista dell’efficacia di contenimento del virus e
coerentemente con quanto previsto dal Dpcm 03 dicembre 2020, prorogare fino al 15 gennaio
2021 e per le motivazioni espresse nell’ordinanza di seguito citata, le misure dettate dall’ordinanza
del Presidente della Provincia di data 19 novembre 2020 prot. 746453 in merito a “Caccia e pesca
sportiva”;
Sport invernali
VISTO quanto disposto dall’art. 1, comma 10, lett. d) del Dpcm 3 dicembre 2020 in materia di
attività sportiva e motoria;
CONSIDERATO opportuno specificare che è consentito lo svolgimento degli sport invernali,
purché in forma individuale e nel rispetto degli eventuali protocolli di settore;

Validità temporale delle misure adottate con le ordinanze del Presidente della Provincia
nell’ambito dell’emergenza sanitaria da Covid-19
VISTO quanto disposto dall’art. 1, comma 16, del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito
con modificazioni dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, che, in virtù delle modifiche introdotte dal
decreto-legge 07 ottobre 2020, n. 125, permette alle Regioni e alle Province Autonome di
introdurre misure derogatorie, in senso restrittivo, rispetto a quanto disposto a livello nazionale;
CONSIDERATO il report settimanale, aggiornato al 25 novembre 2020, effettuato dal Ministero
della Salute, Istituto Superiore di Sanità, che per la Provincia Autonoma di Trento individua una
diminuzione dei contagi a livello provinciale, con valori RT per ricovero ospedaliero ed in
riferimento alla settimana 16-22 novembre 2020 pari a 0.9 (CI 0.68 – 1.15) [medio 14 gg]
RITENUTO ragionevole e proporzionato dal punto di vista dell’efficacia di contenimento del virus e
coerentemente con quanto previsto dal Dpcm 03 dicembre 2020, prorogare fino al 15 gennaio
2021 e per le motivazioni espresse nell’ordinanza di seguito citata, le misure dettate dall’ordinanza
del Presidente della Provincia di data 14 novembre 2020 prot. 756532 in merito a “Controllo del
cinghiale”;
RITENUTO ragionevole e proporzionato dal punto di vista dell’efficacia di contenimento del virus e
coerentemente con quanto previsto dal Dpcm 03 dicembre 2020, prorogare fino al 15 gennaio
2021 le misure dettate dall’ordinanza del Presidente della Provincia di data 14 novembre 2020
prot. 726529 e previste dal punto 2) di cui alle “Misure anti-assembramento e di prevenzione
generale in materia di Covid-19”, nonché la raccomandazione prevista dal punto 13) relativa ai
soggetti sopra i 70 anni;
RITENUTO ragionevole e proporzionato dal punto di vista dell’efficacia di contenimento del virus e
coerentemente con quanto previsto dal Dpcm 03 dicembre 2020, prorogare fino al 15 gennaio
2021 e per le motivazioni espresse nell’ordinanza di seguito citata, le misure dettate dall’ordinanza
del Presidente della Provincia di data 5 novembre 2020 prot. 696090/1 in merito a “Disposizioni
per garantire la continuità dell’amministrazione dei beni d’uso civico”, nonché le raccomandazioni
di cui ai punti 20), 21), e 22);
RITENUTO ragionevole e proporzionato dal punto di vista dell’efficacia di contenimento del virus e
coerentemente con quanto previsto dal Dpcm 03 dicembre 2020, prorogare fino al 15 gennaio
2021 e per le motivazioni espresse nell’ordinanza di seguito citata, le misure dettate dall’ordinanza
4