File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Ordinanza n59 prot786398 del 4 dicembre 2020.pdf


Anteprima del file PDF ordinanzan59prot786398del4dicembre2020.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

Anteprima testo


Disposizioni sulla quarantena nell’ambito di servizi socio-educativi della prima infanzia e in ambito
scolastico
24) nell’ambito dei sevizi socio-educativi della prima infanzia, delle scuole dell’infanzia, della scuola
primaria e della scuola secondaria di primo grado, qualora vengano riscontrate due positività
all’interno di una singola classe, si dispone la quarantena per i componenti di tutta la classe;
25) nell’ambito delle scuole secondarie di secondo grado, compresa la formazione professionale,
qualora venga riscontrata una positività all’interno di una singola classe, si dispone la
quarantena per i componenti di tutta la classe;
26) in ogni caso, relativamente a quanto sopra previsto, resta salva la discrezionalità della Centrale
Covid di valutare le misure adeguate da adottare in relazione al caso concreto, nell’ambito dei
protocolli di settore;
Impianti a fune
27)quale specificazione al protocollo “Tavolo Tecnico; Impianti a fune”, di cui all’Allegato della
deliberazione di Giunta provinciale n. 725 di data 29 maggio 2020, gli operatori addetti agli
impianti, in alternativa alla mascherina chirurgica, potranno utilizzare anche mascherine di
stoffa a protezione delle vie respiratorie;
28) quale specificazione al protocollo “Tavolo Tecnico; Impianti a fune”, di cui all’Allegato della
deliberazione di Giunta provinciale n. 725 di data 29 maggio 2020, per la discesa a valle in
caso di eventi atmosferici eccezionali (come, ad esempio, temporali), è consentito l’utilizzo dei
veicoli a pieno carico in deroga al limite di portata dei 2/3 della capienza massima previsto nel
citato protocollo, al fine di evitare o limitare assembramenti di persone presso le stazioni a
monte, fermo restando l’obbligo di utilizzo di mascherine adeguate a protezione delle vie
respiratorie;
29) si chiarisce che le disposizioni di cui ai due punti precedenti trovano applicazione
compatibilmente con la possibilità di apertura degli impianti medesimi, in base alla normativa
vigente;
Luoghi di riparo in montagna
30) in tutti i luoghi di riparo presenti in montagna, a prescindere dalla relativa denominazione, tutti
gli escursionisti che lo richiedono devono essere accolti nella struttura in caso di condizioni
meteorologiche avverse (non solo pioggia, ma anche vento, basse temperature, ecc.), nonché
nelle ore serali o notturne e in caso di difficoltà dell’escursionista o di necessità di sosta.
In queste situazioni critiche che possono comportare sovraffollamento degli ambienti e mancato
rispetto delle disposizioni sul distanziamento, il luogo di riparo dovrà accogliere gli escursionisti
e si dovrà assicurare che tutte le persone indossino una mascherina adeguata a protezione
delle vie respiratorie.
In questa fase non potranno essere somministrati alimenti e, se possibile, si dovrà tenere
aperta una porta o una finestra verso l’esterno. Ai luoghi di riparo viene data in via provvisoria la
possibilità di ricavare spazi aggiuntivi esterni coperti di carattere temporaneo per dare riparo agli
escursionisti.
Buffet
31) il servizio di buffet può essere fornito secondo le consuete modalità self service, con obbligo da
parte della clientela/utenza di utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie e di
guanti monouso messi a disposizione dagli esercenti. Resta inteso che sarà necessaria la
presenza di personale che sorveglierà il corretto svolgimento delle operazioni di prelievo
alimenti e che i guanti andranno sostituiti ad ogni accesso nell’area buffet;

9