File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Circolare Ministero della Salute n. 3787 del 31 gennaio 2021.pdf


Anteprima del file PDF circolare-ministero-della-salute-n-3787-del-31-gennaio-2021.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Anteprima testo


per il rilevamento del virus tale gene non è generalmente utilizzato da solo, è improbabile che ciò
causi un risultato falso negativo per SARS-CoV-2.
Nel Regno Unito e in Irlanda del Nord la variante VOC 202012/01 ha dimostrato di avere una
maggiore trasmissibilità rispetto alle varianti circolanti in precedenza. Studi preliminari suggeriscono
una maggiore gravità della malattia, tuttavia per confermare questo dato sono necessarie ulteriori
analisi 4.
Al momento non ci sono evidenze di una significativa differenza nel rischio di reinfezione rispetto
agli altri ceppi virali circolanti. Sono in corso studi per valutare l’effetto di questa variante
sull’efficacia vaccinale, che sembrerebbe limitatamente e non significativamente ridotta, sebbene
siano necessari ulteriori studi per ottenere risultati definitivi.

Variante 501Y.V2, Sudafrica
La variante 501Y.V2 è stata identificata per la prima volta in Sud Africa nel dicembre 2020, dove è
attualmente la variante più diffusa. Alla data del 25 gennaio 2021 è stata riportata in 31 paesi (Figura
2). In Sud Africa i casi settimanali sono aumentati dai primi di novembre, e hanno raggiunto un picco
ai primi di gennaio. Nelle ultime due settimane il trend è decrescente.
Tale variante ha mutazioni multiple nella proteina spike, comprese tre mutazioni all’interno del
dominio legante il recettore. Non si conosce l’impatto di questa variante sull’efficacia dei test
diagnostici.
Dati preliminari indicano che anche questa variante possa essere caratterizzata da maggiore
trasmissibilità; mentre al momento non è chiaro se provochi differenze nella gravità della malattia.
Sono in corso studi sulla maggiore frequenza di reinfezioni, in quanto la variante 501Y.V2 potrebbe
sfuggire alla risposta anticorpale neutralizzante provocata da una precedente infezione naturale.
Studi preliminari in vitro hanno evidenziato una riduzione dell'attività neutralizzante contro le varianti
VOC SARS-CoV-2 nelle persone vaccinate con i vaccini Moderna o Pfizer-BioNTech rispetto alle
varianti precedenti ma i dati per ora sono contrastanti.

4

NERVTAG paper on COVID-19 variant of concern B.1.1.7. The Government of the United Kingdom of Great Britain
and Northern Ireland; 2021. Available at: https://www.gov.uk/government/publications/nervtag-paper-on-covid-19variant-of-concern-b117