File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Arte e zen. Il Fudo Myoo di Miyamoto Musashi.Scheda 4.pdf


Anteprima del file PDF arte-e-zen-il-fudo-myoo-di-miyamoto-musashischeda-4.pdf

Pagina 1 2 34514

Anteprima testo


Arte e Zen
Il Fudo Myoo di Miyamoto Musashi
Fudo Myôô si trova come divinità nel brahmanesimo in India e
successivamente fu adottata nell’Induismo. Anche nel buddismo
venne assimilata come divinità protettrice della legge buddista. È
una delle figure più rilevanti insieme a Nyorai e Kannon.
Nell’Induismo la matrice di Fudô-Myôô viene raffigurata partendo
da quella di Śiva, la divinità suprema.
Varie correnti del buddismo giapponese e in particolare quello zen
nelle sue varie sotto scuole come il soto e il rinzai, influenzarono
lʼarte, le scuole marziali e altri ambiti della cultura giapponese
premoderna per secoli. In questa serie iniziali di schede si stanno
analizzando aspetti della vita di un bushi ovvero un guerriero e
maestro di spada vissuto tra il XVI e il XVII conosciuto col nome di
Miyamoto Musashi. Generalmente la fama di questo personaggio
storico è legata ad alcuni combattimenti famosi, divenuti, nel tempo
oggetto di rappresentazioni teatrali e romanzesche e in tempi più
recenti cinematografiche.
La sua fama di spadaccino soverchiò quella di artista. Ad ogni modo
si fece conoscere alle corti di potenti signori del suo tempo come
buon pittore e gli furono commissionate anche delle opere.
Al giorno dʼoggi non è possibile realizzare un censimento completo
di tutte le sue opere. Alcune sono andate perdute, distrutte, finite in
collezioni private, e alcune forse non sono correttamente attribuite.
Altre ancora sono giunte fino ai giorni nostri. In molte di esse vi è
lʼimpronta della filosofia zen. La vita religiosa di Musashi fu intensa
almeno quanto quella militare. Durante i suoi numerosi pellegrinaggi
frequentò e fu ospite presso templi buddisti compresi quelli zen, tra i
quali i più noti furono il Taizo-in allʼinterno del grande complesso del
Myoshin-ji, il Daisen-ji nella prefettura di Gifu, il Kokuinken
appartenente al Myoge-ji e il Taisho-ji entrambi a Kumamoto. Lo
studio dello zen in particolare, si riflesse in alcune delle sue pitture
più famose e almeno in un caso nellʼunica sua scultura sopravvissuta.
1