File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



auguri natale 2021 .pdf



Nome del file originale: auguri-natale-2021.pdf
Autore: sette raffaele

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word 2016, ed è stato inviato su file-pdf.it il 20/12/2021 alle 15:05, dall'indirizzo IP 82.57.x.x. La pagina di download del file è stata vista 309 volte.
Dimensione del file: 2.1 MB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Dopo due anni di restrizioni dovute alla pandemia, questo Natale si è anticipato. Si,
si è iniziato a pensare al Natale da ottobre, siamo passati da una estate che non
finiva mai ad un Natale anticipato, dimenticandoci del periodo di mezzo, della
normalità … Abbiamo detto che il COVID ci aveva tolto la normalità, ma adesso che
possiamo fare “quasi tutto” , in realtà vogliamo solo festeggiare, festeggiare la vita
ed è giusto. Ma attenzione agli eccessi…
Intanto adesso Natale è arrivato sul serio e allora godiamecelo, ma senza
dimenticarci che dopo dobbiamo tornare al tempo di mezzo, alla normalità che ci
presenterà il conto. Consiglio? Giochiamo di anticipo. Ricordiamoci che l’anno
scorso potevamo solo mangiare, quest’anno possiamo godere della compagnia
delle persone care e non abbiamo limiti all’attività fisica. Quindi, sempre con
attenzione, diamo la precedenza a questi aspetti del Natale!
Il nostro benessere è dato daLL’EQUILIBRIO di tre principali settori: motorio,
psicoemotivo e nutrizionale! Questi tre settori sono come i piatti di una bilancia,
l’equilibrio si raggiunge dando ad ogni piatto il giusto peso, se scarichiamo tutto su
un piatto la bilancia non sarà mai all’equilibrio.

Di seguito alcuni consigli per affrontare serenamente il periodo
e per chi ne avesse bisogno vi aspetto a studio dal 7 gennaio.

Dott.ssa Angela Gasbarro

ECCO DUNQUE I CONSIGLI PER GUSTARE FINO IN FONDO
ANCHE QUESTO NATALE SENZA FARSI TROPPO MALE!

Alcune indicazioni fondamentali su come mangiare sano e in maniera
ragionevole, anche durante queste feste!
1 Mangiate più cibi novità: durante le feste si cerca sempre di preparare qualche pietanza
più sfiziosa e particolare, qualcosa che in genere manca sulle nostre tavole nei restanti
giorni dell’anno. Allora perché privarsene? Il segreto per mangiare bene è SCEGLIERE e
NON AGGIUNGERE! Dobbiamo quindi imparare a sostituire e non ad aggiungere. Quindi ,
per quanto i nostri alimenti quotidiani siano fondamentali, in questo breve periodo
possiamo farne a meno. Ad esempio una buona regola potrebbe essere quella di evitare il
pane per tutto il periodo.
Atten ione a e

antità e po ioni: riequilibrate le quantità e il numero di porzioni di

cibi in base al numero di persone. Vale per i dolci e vale per i piatti dei giorni di festa. Le
quantità dovranno essere calcolate. Se poi ci sono avanzi cospicui ricordate che molte
pietanze si possono congelare oppure potete preparare delle doggy bag da donare agli
ospiti. Eviterete di avere dolci e provviste per tutto il mese di gennaio.
3

Quest’anno è possibile di nuovo far visita a cari e conoscenti. Durante e vi ite non si puo’
evitare di accettare i dolci preparati per l’occasione… allora impariamo a scegliere. Se è
vero che non sta bene non accettare, è altrettanto vero che è sufficiente scegliere un solo
dolcetto per rendere onore. Quindi scegliamo pure quello che piu ci aggrada senza
necessariamente assaggiare tutto. Per mettere in pratica questo, mai fare le visite a
stomaco vuoto, quindi organizziamo le nostre visite dopo aver mangiato quantomeno la
merenda. Nel pasto successivo cerchiamo di compensare, mangiando meno carboidrati,
togliendo il pane ad esempio, e riducendo il condimento. Quando invece riceviamo visite
impariamo ad offrire insieme

al vassoio di dolci, anche della frutta, magari

a

pezzi,presentata in coppette da macedonia, o delle tisane. In questo modo noi potremmo
fare compagnia ai nostri ospit senza aggravare il nostro apporto energetico.
O gani a e i p op io
e ca e ve

igo i e o e o i pen a. Non dimenticate di ci con a vi i

e p onte c

tta

e o cotte. Quindi, quando stilate la lista della spesa,

ricordatevi di fare un’ampia sosta al reparto frutta e verdura, dedicate un po’ di tempo a
prepararla e tenetene sempre a portata di mano

Stabi ite a

eno

att o pa ti

ep

ativi Il giorno 24 a pranzo, il giorno 26 o 27 a

pranzo, il giorno 31 a pranzo e il giorno 2 a pranzo, mangiate solo un minestrone di
verdure caldo e condito con olio extravergine di oliva. Altri piatti di recupero consigliati
sono: un piatto di piselli e funghi. Da soli o insieme. I piselli, pur essendo legumi, da un
punto di vista nutrizionale, sono piu vicini alle verdure che ad altri legumi, apportano fibre e
poche calorie, anche i funghi sono estremamente sazianti e con poche calorie. Mangiatene
in abbondanza. Nota: nessuno va a comprare le verdure fresche il giorno di Santo Stefano,
né passa la mattina di San Silvestro a pulire le verdure, vi con ig io pe tanto
co p a e in anticipo

e

ine t one

i

ge ato, (es. OROGEL LEGERESSE), lo

versate ancora congelato in una pentola, mettete acqua fino a coprire, portate ad
ebollizione e fate cuocere 10-15 min. Condite con un filo d’olio e…lo stomaco vi
ringrazierà.
Le date indicate nel punto 5, sono indicative, potete adattarle alle vostre abitudini.
a co a ione deve sempre essere fatta e tutti avete dei carboidrati a colazione, biscotti
piuttosto che pane e marmellata. Questi carboidrati sono necessari per mettere in moto
l’organismo, ma se si sta eccedendo con i dolci, sostituite pure la colazione con atte o t
e n

tto

e co

Fe ie finalmente a natale tutti hanno qualche giorno di ferie, ebbene non avete scuse per
evitare una sana camminata di almeno un’ora al giorno. Fa freddo? Ebbene, abbiamo
imparato durante il lockdown a fare attività in casa e tutti più o meno adesso siamo
attrezzati, manteniamo quel poco di buono che la pandemia ci ha lasciato.
A ine e ie verso il 3-4 gennaio due giornate di pulizia: pranzo un piatto di ceci o lenticchie,
quantitativi secondo il proprio piano alimentare, e la sera verdura cotta accompagnata solo
dal quantitativo di pane che ognuno ha nel proprio piano alimentare.

PER CHI CUCINA... ALTRI TRUCCHETTI CHE FAN BENE A TUTTI:
Se si deve preparare un soffritto, anziché usare burro od olio, è consigliabile far
rosolare aglio e cipolla con vino bianco (l’alcool evapora con la cottura) o brodo
sgrassato. Preferire le cotture al vapore, alla piastra, alla griglia o al forno, evitando
le fritture. E se il fritto è una tradizione? State almeno attenti ad utilizzare olio
extravergine d’oliva o di arachidi, non fatelo riscaldare troppo (una temperatura troppo
elevata ed il fumo sono già indici di trasformazioni dannose dell’olio), scolare bene la
frittura (utilizzando carta assorbente per eliminare bene l’eccesso d’olio).

Condire utilizzando olio di oliva extravergine a crudo, dosandolo sempre con il cucchiaio
anziché versandolo direttamente dalla bottiglia. Per limitare la quantità di olio necessaria,
si possono utilizzare liberamente l’aceto o il limone.
Prediligere il pesce piuttosto che la carne, e scegliere ricette che prevedano l’utilizzo di
verdure, alimenti integrali e legumi nella loro preparazione.
Non eccedere con i salumi, gli antipasti elaborati e i formaggi grassi, soprattutto nella
preparazione dei piatti. Limitare l’uso del sale per insaporire i piatti, cercando invece di
esaltare ilgusto naturale degli alimenti con spezie ed erbe aromatiche.
Al posto del dolce, si possono proporre colorate macedonie di frutta o sorbetti alla
frutta.
E se proprio i dolci non possono mancare, ricordiamoci di preparali in casa, magari
rispolverando quelli della tradizione, invece di sostituirli con quelli industriali, privi di
gusto e ricchi soltanto di grassi non meglio identificati e aromi chimici.
Riscopriamo l’uso delle spezie, così come sono nelle ricette tradizionali e al bando,
per favore, quelle fialette di aromi chimici , che sanno di farmaci.
Proponete tisane anche agli ospiti e magari provate ad aggiungere a queste un
bastoncino di cannella (che aiuta in caso di eccessi di dolce) o una foglia di alloro, se il
pasto piu’ ricco di grassi rispetto al solito ci fa sentire un palloncino nella pancia.
In caso di costipazione intestinale, una bella tazza di malva la sera, o semplicemente una
tazza di tiglio per sognare.


auguri-natale-2021.pdf - pagina 1/4
auguri-natale-2021.pdf - pagina 2/4
auguri-natale-2021.pdf - pagina 3/4
auguri-natale-2021.pdf - pagina 4/4

Parole chiave correlate